X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 giugno 2020 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Chiude il canale per le comunicazioni dell’impronta dei documenti informatici

/ REDAZIONE

Venerdì, 6 febbraio 2015

x
STAMPA

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato sul proprio sito internet la chiusura del canale telematico per le comunicazioni dell’impronta dei documenti informatici.

L’Amministrazione finanziaria ricorda che l’obbligo di trasmissione dell’impronta dell’archivio dei documenti informatici conservati elettronicamente è venuto meno con l’entrata in vigore del DM 17 giugno 2014 e che, con la risoluzione n. 4 del 19 gennaio scorso, la stessa Agenzia aveva chiarito che tale adempimento non deve essere più realizzato anche con riferimento ai documenti conservati prima dell’entrata in vigore del citato decreto ministeriale.

Nella risoluzione n. 4/2015 l’Agenzia spiega che l’obbligo “di trasmissione per i documenti conservati prima dell’entrata in vigore del D.M. 17 giugno 2014 non è più necessario rispetto all’originaria finalità di estendere la validità dei documenti informatici, in virtù delle previsioni recate dai citati D.P.C.M. 30 marzo 2009 e 22 febbraio 2013”.(Redazione)


TORNA SU