Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Registro proporzionale sull’ingiunzione ottenuta dal fideiussore

Ciò perché il garante, a seguito del pagamento, non fa valere corrispettivi o prestazioni soggetti a IVA

/ Leda Rita CORRADO

Sabato, 17 ottobre 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella sentenza n. 20969/2015, la Cassazione afferma che il decreto ingiuntivo ottenuto dal garante che sia stato escusso dall’Agenzia delle Entrate per l’inadempimento di un’obbligazione d’imposta da parte del debitore principale è soggetto a registrazione con aliquota proporzionale al valore della condanna, in quanto il garante, a seguito del pagamento, non fa valere corrispettivi o prestazioni soggetti ad IVA (cfr. circolari nn. 214/98 e 34/2001).

Il caso che ha innescato tale presa di posizione è il seguente. In esecuzione di una polizza fideiussoria, una società di capitali presta una garanzia in relazione all’adempimento di un’obbligazione tributaria. Subita l’escussione da parte dell’Amministrazione finanziaria, avvia un procedimento monitorio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU