X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 26 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

In arrivo il «condono» per la decadenza da rate da adesione

Lo introduce la legge di stabilità, che ieri ha ottenuto il via libera definitivo dal Senato, ma la ripresa delle rate deve avvenire entro il 31 maggio 2016

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 23 dicembre 2015

Il DLgs. 159/2015, nel modificare, sotto vari aspetti, la dilazione delle somme iscritte a ruolo, aveva, nel contempo, introdotto una riammissione al beneficio per i contribuenti che fossero decaduti da una pregressa dilazione già concessa (si veda “Riammissione alla dilazione con domanda fino al 23 novembre” del 18 novembre 2015).

Da più parti era stata rilevata la necessità di estendere la riammissione alla dilazione a coloro i quali fossero decaduti da una rateazione derivante da istituti deflativi del contenzioso, primo l’accertamento con adesione.
Una volta stipulata l’adesione, se il contribuente decide di pagare a rate, il tutto è disciplinato nell’art. 8 del DLgs. 218/97. In base a ciò (nella versione antecedente al DLgs. 159/2015, di cui abbiamo parlato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU