X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Acquisti di carburante deducibili solo con mezzi diversi dal contante

Dal 1° luglio valgono i medesimi mezzi di pagamento previsti per la detrazione IVA

/ Pamela ALBERTI e Emanuele GRECO

Sabato, 7 aprile 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il comma 1-bis dell’art. 164 del TUIR, introdotto con effetto dal 1° luglio 2018 dalla legge di bilancio 2018 (art. 1 comma 922 della L. 205/2017), stabilisce che le spese per carburante per autotrazione sono deducibili se effettuate esclusivamente mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione all’Anagrafe tributaria ex art. 7 comma 6 del DPR n. 605/73.
La disposizione ai fini delle imposte dirette non fa alcun riferimento ad altri mezzi di pagamento (da individuarsi con apposito provvedimento), come avviene, invece, nell’ambito dell’art. 19-bis1 comma 1 lett. d) del DPR 633/72.

Il provvedimento n. 73203/2018 dispone, tuttavia, che i medesimi mezzi di pagamento di cui alle lettere ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU