X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Le Entrate ed Equitalia rispondono per la cancellazione tardiva dell’ipoteca

La Suprema Corte ha individuato nel caso elementi che configurano per l’Agenzia la responsabilità extracontrattuale ex art. 2043 c.c.

/ Cecilia PASQUALE

Sabato, 16 febbraio 2019

L’Agenzia delle Entrate ed Equitalia rispondono in solido per i danni patrimoniali patiti dal contribuente per la cancellazione dell’ipoteca esattoriale avvenuta con ritardo rispetto alla sentenza di annullamento della cartella.

Questo è quanto affermato nell’ordinanza n. 4558, depositata ieri dalla Cassazione, che ha condannato l’Amministrazione finanziaria e l’ente di riscossione a risarcire il danno derivante dall’illegittimo mantenimento dell’ipoteca esattoriale sugli immobili della società contribuente.

Questi i fatti: la Commissione tributaria provinciale annullava la cartella di pagamento sulla base della quale era stata iscritta ipoteca esattoriale (ex art. 77 del DPR 602/73), con sentenza pubblicata in data 8 settembre 2008. Il 31 ottobre 2008 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU