X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 22 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rimedi non convincenti per la circolazione degli immobili donati

/ Cecilia PASQUALE

Lunedì, 25 marzo 2019

La compravendita di immobili provenienti da donazione può rivelarsi problematica in ragione della possibilità, per i legittimari pretermessi, di ottenere la restituzione del bene donato anche quando questo sia stato alienato a terzi.

In particolare, i legittimari pretermessi (coloro che per legge hanno diritto ad una quota di eredità, ma che sono stati esclusi dalla successione o che non ottengono la quota per insufficienza del patrimonio del de cuius) possono:
- agire verso i donatari per ridurre la donazione del valore eccedente la quota di cui il defunto poteva disporre (mediante l’azione di riduzione ex art. 555 c.c.);
- agire, dopo aver escusso i donatari, nei confronti degli aventi causa (art. 563 c.c.) per ottenere la restituzione del bene immobile proveniente da donazione, se non ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU