X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 21 luglio 2019

FISCO

Accertamento doganale illegittimo con notizia di reato trasmessa dopo tre anni

La notizia di reato può consistere anche nella relazione dell’OLAF trasmessa all’autorità giudiziaria

/ Lorenzo UGOLINI

Mercoledì, 15 maggio 2019

L’azione di recupero a posteriori dell’Agenzia delle Dogane può essere avviata oltre il termine triennale soltanto se la notizia di reato è stata trasmessa all’autorità giudiziaria tempestivamente.
Tale principio è stato confermato recentemente dalla Corte di Cassazione, che, con la sentenza n. 7973/2019, ha ritenuto illegittimo un atto impositivo notificato all’importatore dopo tre anni dalla data delle operazioni doganali.

In particolare, nel caso di specie, l’Ufficio aveva notificato a un operatore un avviso di rettifica di dazi e IVA nel 2006, relativamente a importazioni effettuate nel 1998, 1999 e 2000, invocando la proroga del termine prescrizionale in presenza di una notitia criminis trasmessa oltre tre anni dopo le ultime operazioni.

L’individuazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU