X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Ricorso al Presidente INAIL con tentativo di composizione

La legge prevede una prima fase che si conclude entro 90 giorni; è necessario che un professionista esperto in materia assista l’azienda

/ Fabrizio VAZIO

Martedì, 25 giugno 2019

La norma base in materia di ricorsi amministrativi sulla tariffa dei premi è il DPR 314/2001, con cui si prevede, fra l’altro, che il datore di lavoro possa ricorrere al Presidente dell’INAIL avverso i provvedimenti dell’Istituto riguardanti l’applicazione delle tariffe.
Il contenzioso viene deciso con determina del Presidente entro 180 giorni ma, per deflazionare il contenzioso, è stata prevista una prima fase che si conclude entro 90 giorni presso la Direzione regionale INAIL di pertinenza.

Va premesso che i ricorsi al Presidente riguardano normalmente due argomenti, ovvero le classificazioni e la riduzione del premio per prevenzione (ex OT24).

La questione più rilevante e complessa è quella della riclassificazione conseguente a verbali ispettivi.
In questo caso, l’iter ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU