X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 16 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nuovo contraddittorio preventivo con motivazione rafforzata a pena di nullità

Nel silenzio del legislatore, si potrebbe applicare il medesimo regime sanzionatorio adottato in caso di accertamento prima di 60 giorni dal PVC

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Martedì, 9 luglio 2019

L’art. 4-octies del c.d. decreto “crescita” (DL 34/2019 conv. L. 58/2019) ha introdotto nel DLgs. 218/97 il nuovo art. 5-ter e il relativo obbligo di invitare i contribuenti al contraddittorio prima della notifica di un avviso di accertamento.

Come già rilevato su Eutekne.info (si veda “Nuovo contraddittorio preventivo a maglie strette” del 4 luglio scorso) la norma, inserita in sede di conversione del DL 34/2019, ricalca pedissequamente la proposta di legge contenuta nel Ddl. semplificazioni fiscali, che aveva già catturato l’attenzione degli operatori negli scorsi mesi.

Più in dettaglio, la nuova disciplina prevede, relativamente agli avvisi emessi dal 1° luglio 2020, l’obbligo, prima della notifica dell’atto impositivo, di invitare il contribuente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU