X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 19 novembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cessione dell’immobile separata dall’azienda elusiva

In base alla risposta n. 469 l’Agenzia ritiene l’operazione non abusiva solo se il cessionario è un fondo immobiliare

/ Enrico ZANETTI

Venerdì, 8 novembre 2019

La cessione di immobili facenti parte di un complesso aziendale, effettuata con atto di cessione separato da quello di cessione dell’azienda, nei confronti di un medesimo acquirente, può dar luogo a un risparmio di imposta indebito ai fini delle imposte d’atto (registro, ipotecaria e catastale), con conseguente censura di abuso del diritto e riqualificazione ai fini fiscali delle operazioni compiute, ai sensi dell’art. 10-bis della L. 212/2000.
Questa è la statuizione di principio cui si perviene da una lettura a contrariis della risposta a interpello n. 469 pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate.

Lo specifico caso oggetto dell’istanza riguarda un articolato piano di riorganizzazione, attuato alla fine del 2017, che prevede il trasferimento dell’intero ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU