ACCEDI
Martedì, 27 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Al via l’accertamento dell’esistenza in vita dei pensionati all’estero

I soggetti interessati dalla prima fase di verifica dovranno inviare le apposite attestazioni entro il 13 febbraio 2020

/ Luca MAMONE

Martedì, 29 ottobre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il messaggio n. 3884/2019, l’INPS ha reso noto di aver avviato la prima fase di accertamento dell’esistenza in vita dei pensionati all’estero che percepiscono i trattamenti pensionistici erogati dal medesimo Istituto previdenziale.

L’accertamento – operativamente gestito da Citibank quale soggetto contrattualmente preposto a tale servizio – viene effettuato in due fasi tra loro cronologicamente distinte, con la prevista suddivisione in due gruppi delle aree geografiche di residenza dei pensionati.

La prima fase, operativa già da questo mese, terminerà nel mese di marzo 2020 e riguarderà i trattamenti pensionistici erogati ai pensionati residenti in Africa, Australia (Oceania) ed Europa, ad esclusione dei Paesi Scandinavi, dei Paesi dell’Est Europa e degli Stati ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU