X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 gennaio 2020

FISCO

Omessa indicazione dei costi black list con decadenza quinquennale

Non può operare l’allora vigente termine quadriennale per l’accertamento

/ Alfio CISSELLO

Sabato, 23 novembre 2019

Prima della riforma apportata dalla L. 208/2015, i termini di accertamento in caso di dichiarazione presentata e i termini di contestazione delle sanzioni non coincidevano, differenziandosi di un anno.

Infatti:
- l’avviso di accertamento di recupero del maggior tributo, e di irrogazione contestuale delle sanzioni connesse all’evasione (pensiamo alle classiche sanzioni su dichiarazione infedele, fatturazione, detrazione) andava notificato, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione;
- l’atto di contestazione delle sanzioni su violazioni non collegate al tributo andava, e va tuttora, notificato, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello di commissione della violazione.

L’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU