X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 5 aprile 2020

IL PUNTO / PROCEDURE CONCORSUALI

Inidoneità a soddisfare le obbligazioni strutturale per il fallimento

L’insolvenza non si identifica automaticamente con il dato contabile del raffronto tra attivo e passivo

/ Antonio NICOTRA

Giovedì, 28 novembre 2019

La legittimazione dei creditori alla richiesta di fallimento (art. 6 del RD 267/42) non presuppone un accertamento definitivo, in sede giudiziale, dei crediti dagli stessi vantati, né l’esecutività del titolo, essendo sufficiente un accertamento incidentale del giudice (Cass. SS.UU. n. 1521/2013 e Cass. n. 30827/2018).

Il credito, inoltre, non deve essere necessariamente certo, liquido, esigibile, scaduto o condizionale, o munito di titolo esecutivo, ma solo idoneo in prospettiva a giustificare un’azione esecutiva (cfr. Cass. n. 3472/2011) e deve essere oggetto – attesa l’espunzione dal sistema concorsuale del “fallimento d’ufficio” – di delibazione incidentale del giudice fallimentare (Cass. n. 24309/2011).

È sufficiente anche l’esistenza di un ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU