X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Deduzione degli ammortamenti alla prova della decadenza

I termini di accertamento potrebbero essere parametrati con l’annualità in cui si è dedotta la quota o il periodo in cui il costo è sostenuto

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Lunedì, 23 dicembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Accade sovente che, nel corso delle verifiche fiscali, l’Amministrazione contesti ai contribuenti la deducibilità di quote di ammortamento, magari anche afferenti a poste iscritte a bilancio diversi anni prima dell’annualità in verifica.

La contestazione, tipicamente, può riguardare la deducibilità tout court della quota di ammortamento perché, ad esempio, afferente a un costo ritenuto indeducibile per difetto di inerenza, oppure la misura della quota di ammortamento, perché computata in eccesso rispetto ai limiti del DM 31 dicembre 1988.

Circostanza particolarmente interessante, e di recente oggetto di alcune prese di posizione giurisprudenziali, è quella relativa al rapporto fra la ripresa della quota di ammortamento e i termini di accertamento di cui all’art. 43 del ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU