X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 4 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Nuovi limiti temporali delle azioni revocatorie

Il periodo sospetto decorre dalla data della domanda a cui è seguita l’apertura della liquidazione giudiziale

/ Antonio NICOTRA

Lunedì, 17 febbraio 2020

Tra le diverse novità contenute nello schema di DLgs., recante correzioni e integrazioni al Codice delle crisi di impresa e dell’insolvenza, approvato in esame preliminare dal Governo e che dovrebbe entrare in vigore il 15 agosto 2020, in coincidenza con l’entrata in vigore del DLgs. 14/2019, si registrano, con riferimento alla liquidazione giudiziale, le modifiche alla disciplina degli atti a titolo oneroso, pagamenti, garanzie oggetto della revocatoria e alla disciplina dei limiti temporali delle azioni revocatorie e d’inefficacia di cui all’art. 170 del DLgs. 14/2019.

Sull’art. 166, che disciplina la revocatoria degli atti a titolo oneroso, pagamenti e garanzie posti in essere nell’anno o nei sei mesi antecedenti il deposito della domanda cui è seguita ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU