X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Passaggio da consolidato verticale a orizzontale senza interruzione

Secondo la Corte Ue, il passaggio non dovrebbe comportare l’interruzione della tassazione di gruppo

/ Gianluca ODETTO

Venerdì, 15 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha emesso ieri, 14 maggio 2020, la sentenza relativa alla causa n. C-749/18 (B) sul regime del consolidato fiscale, la quale potrebbe realisticamente porre alcuni interrogativi sulla conformità della legislazione italiana in materia.

Il caso è relativo a un gruppo al cui vertice staziona la società francese A, sotto la quale vi sono, a catena, la controllata diretta B, la controllata di quest’ultima F e altre società controllate da F. B, F e le controllate di F sono residenti in Lussemburgo e hanno optato per il consolidato fiscale “verticale” ai sensi della legislazione lussemburghese. La capogruppo francese controlla, poi, in modo diretto altre due società lussemburghesi (C e D), le quali non hanno rapporti partecipativi con ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU