X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 28 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Passaggi generazionali a rischio interposizione

Per la clausola antiabuso vale il principio di sussidiarietà

/ Dario AUGELLO e Paolo GIOVANNINI

Venerdì, 29 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’ambito dell’accertamento è nota la dicotomia tra interposizione fittizia e reale.
Nel primo caso si assiste a fenomeni di simulazione, che si verificano quando un soggetto interpone, tra sé e la fonte di reddito o altro presupposto imponibile, un soggetto estraneo, che viene identificato quale interposto (art. 37, comma 3 del DPR 600/73).

Nella simulazione le parti rifiutano, tra loro, gli effetti dell’operazione apparente, che dissimula una realtà diversa e ne danno atto con una controdichiarazione (anche non scritta).
Rientrano invece nell’ambito dell’interposizione reale i fenomeni di interposizione voluti dalle parti, dunque non apparenti, che possono avere l’effetto di generare un risparmio fiscale indebito in capo ai soggetti coinvolti nell’operazione. Deve

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU