X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 24 novembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Già possibile richiedere l’aliquota più elevata sulle pensioni 2021

/ REDAZIONE

Martedì, 20 ottobre 2020

x
STAMPA

Con il messaggio n. 3772, pubblicato ieri, 19 ottobre 2020, l’INPS ha ricordato che i percettori di prestazioni previdenziali e pensionistiche, che intendono richiedere l’applicazione dell’aliquota più elevata degli scaglioni annui di reddito e/o il non riconoscimento, in misura totale o parziale, delle detrazioni d’imposta per reddito di cui all’art. 13 del TUIR, sono tenuti a darne comunicazione annuale al medesimo Istituto previdenziale.
In particolare, l’Istituto comunica che già a partire dal 15 ottobre 2020 è possibile acquisire le suddette richieste anche per il periodo d’imposta 2021.

Al riguardo, con il messaggio in questione si rende noto che le relative richieste possono essere inoltrate all’INPS compilando l’apposita dichiarazione on line accedendo al servizio dedicato “Detrazioni fiscali – domanda e gestione” disponibile sul sito www.inps.it.

In ogni caso, si precisa nel messaggio n. 3772/2020, resta fermo che in assenza di esplicita comunicazione, l’INPS, in qualità di sostituto d’imposta, procederà, ai sensi della normativa vigente, ad applicare le aliquote per scaglioni di reddito e a riconoscere le detrazioni d’imposta, di cui al predetto art. 13 del TUIR, sulla base del reddito erogato.

TORNA SU