X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 17 gennaio 2021

IMPRESA

Sospensione dell’obbligo di ricapitalizzazione da «rinforzare»

Dato che la sospensione non è prevista per il 2021, l’amministratore dovrà senza indugio predisporre una situazione patrimoniale aggiornata

/ Fabrizio BAVA e Alain DEVALLE

Venerdì, 27 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tenuto conto del contesto attuale, il DL 23/2020 convertito (c.d. DL “liquidità”) ha previsto la sospensione temporanea dell’obbligo di ricapitalizzare in caso di perdite che fanno ricadere la società nelle fattispecie di cui agli artt. 2447 e 2482-ter c.c. (perdite che intaccano di oltre un terzo il capitale e lo portano al di sotto del limite di legge) e di cui agli artt. 2446 e 2482-bis c.c. (perdite che intaccano di oltre un terzo il capitale senza ridurlo al di sotto del limite di legge).

Preliminarmente è opportuno ricordare come simili misure, così come la possibilità di rivalutare gratuitamente i beni d’impresa, sono certamente molto utili in caso di squilibri di natura patrimoniale, ma sono inefficaci in presenza di eventuali squilibri finanziari che spesso accompagnano ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU