X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Ancora incerti i limiti gestori nelle srl

/ Maurizio MEOLI

Giovedì, 26 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai sensi dell’art. 2479 comma 2 n. 5 c.c., sono in ogni caso riservate alla competenza dei soci le decisioni di compiere operazioni comportanti una sostanziale modificazione dell’oggetto sociale determinato nell’atto costitutivo.

Secondo la ricostruzione prevalente (cfr., tra le altre, Trib. Roma 3 agosto 2018 e Trib. Piacenza 14 marzo 2016), l’art. 2479 comma 2 n. 5 c.c. costituirebbe un limite inderogabile ai poteri di rappresentanza degli amministratori di srl, con conseguente carenza di competenza funzionale dei medesimi che abbiano operato in violazione di esso.

Il citato articolo, inoltre, avrebbe un ambito di operatività e una ratio del tutto distinte dalle differenti ipotesi di abuso di rappresentanza per eccesso di potere ipotizzabili con riferimento all’art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU