X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 10 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

In arrivo una definizione degli avvisi bonari, ma con diversi limiti

Nessuna sanzione per definire gli avvisi bonari del 2017 e del 2018

/ Caterina MONTELEONE

Sabato, 6 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra gli interventi fiscali che risultano inseriti nella bozza del c.d. decreto “Sostegni”, sarebbe prevista la possibilità di definire con modalità agevolata le somme dovute a seguito di liquidazione automatica delle dichiarazioni relative ai periodi di imposta 2017 e 2018. Si tratta di avvisi c.d. “bonari” emessi ai sensi dell’art. 36-bis del DPR 600/73 e dell’art. 54-bis del DPR 633/72 dall’Agenzia delle Entrate per comunicare al contribuente l’esito del controllo effettuato “sulla base dei dati e degli elementi direttamente desumibili dalle dichiarazioni presentate e di quelli in possesso dell’anagrafe tributaria”.

Gli avvisi “bonari” definibili sono atti che dovrebbero essere già stati elaborati al 31 dicembre ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU