X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

FISCO

Compensi ai procuratori con delega ampia deducibili solo per cassa

Secondo la Corte di Cassazione si tratta di amministratori di fatto ai quali si applica la disciplina dell’art. 95 del TUIR

/ Alessandro COTTO

Lunedì, 12 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

In alcune sentenze, la Corte di Cassazione induce a considerazioni che vanno al di là del principio di diritto ivi contenuto.

In primo luogo, non è superfluo ribadire che i tempi della nostra giustizia tributaria restano lunghissimi. Nel caso che ci occupa (Cass. n. 8324/2021) i giudici di legittimità hanno esaminato un accertamento relativo al 2003, cassando la sentenza impugnata e rinviando alla Commissione tributaria.

La seconda osservazione, anch’essa di natura generale, riguarda la tipologia degli accertamenti. La giurisprudenza conferma una certa propensione dell’Amministrazione finanziaria e dei giudici a trasformare, rendendoli indeducibili, i costi in reddito, senza la dovuta attenzione verso la complessiva razionalità del prelievo e le penalizzazioni in capo al contribuente,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU