X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 7 maggio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Il socio di srl può cedere il diritto di opzione

Lo statuto però non lo deve impedire, direttamente o indirettamente

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 10 aprile 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il socio di srl, anteriormente alla scadenza del termine previsto per l’esercizio del diritto di opzione, può liberamente cederlo a terzi non soci, salvo che lo statuto detti la previsione contraria in relazione agli aumenti di capitale mediante nuovi conferimenti, ex art. 2481-bis comma 1 c.c., o limiti la circolazione delle partecipazioni sociali.
È questo il principio sancito dall’ordinanza n. 9460 della Cassazione, depositata ieri.

Ai sensi dell’art. 2481-bis comma 1 c.c., in caso di decisione di aumento del capitale sociale di srl mediante nuovi conferimenti spetta ai soci il diritto di sottoscriverlo in proporzione delle partecipazioni da essi possedute. L’atto costitutivo può prevedere, salvo per il caso di riduzione del capitale al di sotto del minimo legale (art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU