X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 18 giugno 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Recepita normativamente la proroga della regolarizzazione dei versamenti IRAP

/ REDAZIONE

Venerdì, 7 maggio 2021

x
STAMPA

Facendo seguito a quanto annunciato con il comunicato stampa del MEF n. 87/2021, il maxiemendamento al DL 41/2021 (c.d. DL “Sostegni”) prevede la proroga al 30 settembre 2021 (rispetto al precedente 30 aprile 2021) del termine per avvalersi della regolarizzazione dei versamenti IRAP prevista dall’art. 42-bis comma 5 del DL 104/2020.

Tale disposizione contiene una sorta di sanatoria per il mancato pagamento del saldo IRAP 2019 e del primo acconto IRAP 2020 (ai sensi dell’art. 24 del DL 34/2020), nell’ipotesi in cui tali somme avrebbero, invece, dovuto essere corrisposte per il mancato rispetto dei limiti comunitari, consentendo di pagare l’imposta a suo tempo non versata senza applicazioni di sanzioni, né interessi.

Pertanto, i contribuenti che, fino al 30 aprile 2021, non hanno ancora integrato i carenti versamenti (vuoi per difficoltà finanziarie legate all’emergenza sanitaria in atto, vuoi per incertezza sul calcolo dei massimali), con la prevista modifica normativa avranno tempo fino al 30 settembre 2021.

TORNA SU