X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Preferenza ai creditori prededucibili per i frutti civili dei beni in garanzia

La prevalenza dei creditori ipotecari riguarda solo il ricavato della liquidazione dei beni gravati

/ Antonio NICOTRA

Martedì, 13 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La distribuzione dei frutti civili dei beni oggetto di garanzia reale segue l’ordine generale di cui all’art. 111 comma 1 del RD 267/42, non trovando applicazione la disciplina di cui al comma 2 dell’art. 111-bis del RD 267/42, prevista per il ricavato della liquidazione dei beni garantiti.

Con tali conclusioni, il Tribunale di Messina 12 aprile 2021 ha chiarito che, sebbene la prelazione ipotecaria si estenda – anche nel fallimento – ai frutti dei beni gravati, l’ordine di attribuzione di tali crediti resta regolato dall’art. 111 comma 1 del RD 267/42, pertanto, dapprima saranno soddisfatti i creditori prededucibili e, poi, quelli ipotecari/pignoratizi. Rispetto al ricavato della liquidazione dei beni, invece, opera la regola inversa.

Si ricorda, a tal proposito, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU