X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 28 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Disapplicazione delle società di comodo con interpello «remoto»

/ Luisa CORSO

Giovedì, 14 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’attuale contesto di crisi pandemica, le società che, per insufficienza di ricavi, siano qualificate come non operative in relazione al periodo di imposta 2020 potrebbero sfuggire alle penalizzazioni derivanti dalla relativa disciplina facendo appello, ove possibile, alla causa di disapplicazione relativa alla presenza di una risposta positiva ad un interpello presentato con riferimento ad esercizi ancora anteriori a quello direttamente precedente.

Questa impostazione salvaguarderebbe le situazioni nelle quali, nel periodo d’imposta 2019, la società abbia disapplicato in modo totale la disciplina, ad esempio, in quanto risultata congrua rispetto agli ISA ma, ipotesi molto comune, non sia nelle condizioni di far valere la medesima causa per il periodo di imposta 2020.

In particolare, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU