X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Definizione specifica delle attività di interesse generale nel Terzo settore

/ Paola RIVETTI

Martedì, 14 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

In base all’art. 5 del DLgs. 117/2017, gli enti del Terzo settore esercitano, in via esclusiva o principale, una o più delle attività di interesse generale descritte nelle diverse lettere riportate dalla medesima disposizione, per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.
L’elenco delle attività è esaustivo, nel senso che solo le attività elencate costituiscono attività di interesse generale. Stando alla Relazione illustrativa allo schema del Codice del Terzo settore, tuttavia, molte attività non nominate non devono ritenersi per questo escluse poiché potrebbero rientrare in una o più attività individuate nel predetto elenco. Così, ad esempio, l’attività di promozione sociale potrebbe collocarsi in diversi ambiti, a seconda

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU