ACCEDI
Martedì, 27 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

CIGO possibile anche quando il termometro supera i 35°

L’integrazione salariale può essere richiesta in caso di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa per temperature elevate

/ Luca MAMONE

Mercoledì, 27 luglio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con chiaro riferimento ai fenomeni climatici estremi che caratterizzano questa parte di estate, l’INPS e l’INAIL hanno diffuso ieri un comunicato stampa congiunto ricordando alle imprese interessate il possibile riconoscimento della cassa integrazione guadagni ordinaria quando la temperatura nei luoghi di lavoro supera i 35° centigradi.

Sul punto, si ricorda infatti che l’INAIL è recentemente intervenuto sul tema (si veda “Prevenzione dello stress termico con la collaborazione di lavoratori e preposto” del 23 luglio 2022) pubblicando sul proprio sito un vero e proprio decalogo per prevenire le patologie da calore nei luoghi di lavoro.
In estrema sintesi, l’Istituto assicuratore ha fornito raccomandazioni ai datori di lavoro, tra cui quella di individuare un ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU