ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Giudice monocratico bypassato dal litisconsorzio necessario

Le cause dovrebbero radicarsi sempre presso il Collegio

/ Rebecca AMATO

Lunedì, 26 settembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’introduzione del nuovo art. 4-bis del DLgs. n. 546/92 a seguito della L. 130/2022, a decorrere dai ricorsi notificati dal 1° gennaio 2023 le controversie di valore fino a 3.000 euro verranno assegnate al giudice monocratico.
Il valore della lite è da determinarsi ai sensi dell’art. 12 comma 2 del DLgs. 546/92, ovvero al netto degli interessi ed eventuali sanzioni irrogate nell’atto impugnato, restando comunque escluse quelle di valore indeterminabile (ad esempio, quelle catastali).

L’intento legislativo dichiarato è deflazionare il contenzioso delle Corti di giustizia tributaria sottraendo al giudice collegiale la decisione su controversie di modico valore, per cui il presidente della corte di giustizia tributaria di primo grado assegnerà il ricorso al giudice monocratico

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU