ACCEDI
Martedì, 28 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Gli acquisti di beni allo «stato estero» non gravano sul plafond

/ Mirco GAZZERA e Emanuele GRECO

Giovedì, 25 gennaio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

I soggetti passivi aventi lo status di “esportatore abituale” possono acquistare beni e servizi nonché importare merce, nei limiti del plafond IVA disponibile, senza pagamento dell’imposta. Tuttavia, ci sono delle ipotesi in cui non è possibile avvalersi di questa facoltà. In altri casi, invece, non occorre esercitarla, in quanto l’operazione è già oggettivamente non imponibile oppure non è soggetta a IVA in Italia.

L’art. 8 comma 1 lett. c) del DPR 633/72 esclude espressamente l’utilizzo del plafond per l’acquisto di fabbricati e aree edificabili. Secondo la prassi amministrativa e la giurisprudenza, il plafond non può essere utilizzato neppure per gli acquisti di beni e servizi per i quali l’IVA è indetraibile ai sensi degli artt. 19 ss. del

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU