ACCEDI
Mercoledì, 17 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Alla Consulta la confisca nei reati societari

Sollevata la questione di legittimità dell’art. 2641 c.c. nella parte in cui prevede la confisca anche dei «beni utilizzati per commettere il reato»

/ Maria Francesca ARTUSI

Mercoledì, 28 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Viene sollevata dalla Cassazione una questione di legittimità costituzionale in relazione alla confisca nell’ambito dei reati societari.

La sentenza n. 8612, depositata ieri, affronta il tema in un caso in cui era stata disposta tale confisca a seguito della condanna per i reati di aggiotaggio e ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza (artt. 2637 c.c. e 2638 c.c.).
La norma di riferimento è l’art. 2641 c.c. nella parte in cui prevede la confisca anche dei “beni utilizzati per commettere il reato”, che nel caso di specie ha consentito l’apprensione dei finanziamenti concessi da un istituto di credito a terzi per l’acquisto di azioni e obbligazioni dello stesso istituto.

Nelle motivazioni viene richiamato quanto statuito ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU