X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Per il parere favorevole alla revoca della liquidazione serve la continuità aziendale

Sindaci responsabili se non agiscono con la dovuta diligenza

/ Maurizio MEOLI

Lunedì, 27 maggio 2019

Il parere favorevole alla revoca dello stato di liquidazione, prospettando il recupero della continuità aziendale, può costare ai sindaci la responsabilità per l’aggravamento del dissesto della società ove reso sulla base di presupposti inconsistenti, non approfonditi con la dovuta diligenza e presto rivelatisi infondati.
A stabilirlo è il Tribunale di Milano, nella sentenza n. 1784 del 22 febbraio scorso, con riguardo ai “nuovi” sindaci di una spa in liquidazione iscritti nel Registro delle imprese cinque giorni prima di essere chiamati ad esprimere le proprie valutazioni.

Si osserva, in primo luogo, come il venir meno della continuità aziendale non integri una causa legale di scioglimento della società, ma (a seconda che sia o meno reversibile) una situazione di insolvenza

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU