X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 24 febbraio 2020 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

La legge spazzacorrotti non è retroattiva

La Consulta si è espressa ieri con un comunicato, che anticipa il deposito della decisione, sull’art. 1 comma 6 lett. b) della L. 3/2019

/ Stefano COMELLINI

Giovedì, 13 febbraio 2020

Con un comunicato diffuso ieri, la Corte Costituzionale ha annunciato l’illegittimità dell’applicazione retroattiva della L. 3/2019 (c.d. “spazzacorrotti”) che ha esteso ai reati contro la P.A. commessi prima della sua entrata in vigore (31 gennaio 2019) le preclusioni previste dall’art. 4-bis della L. 354/75 (Norme sull’ordinamento penitenziario) sulla concessione dei benefici e delle misure alternative alla detenzione.

La decisione era molto attesa a fronte di un diffusa giurisprudenza orientata a ritenere, anche per la mancanza di una disciplina transitoria, la retroattività delle modifiche peggiorative del regime dell’esecuzione penale delle condanne definitive, attribuendosi a tali disposizioni la natura di norme “processuali”, non attenendo

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU