X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 18 giugno 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Costituzione di rendita senza prezzo valore

L’agevolazione è applicabile solo ove la base imponibile sia costituita dal valore del bene o del diritto ceduto

/ Anita MAURO

Venerdì, 11 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il “prezzo valore” non può trovare applicazione nella determinazione della base imponibile dell’imposta di registro applicabile al contratto di  costituzione di rendita vitalizia, dietro cessione della nuda proprietà di immobili.
Lo afferma la Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 16229, depositata ieri. 

Si ricorda che l’art. 1 comma 497 della L. 266/2005 deroga al criterio di determinazione della base imponibile delle imposte di registro, ipotecaria e catastale per le cessioni immobiliari (previsto dall’art. 43 del DPR 131/86), consentendo di prendere a riferimento il valore catastale del bene trasferito anziché il corrispettivo convenuto, in presenza delle seguenti condizioni:
- che la cessione sia posta in essere nei confronti di persone fisiche che non ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU