X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Deducibilità piena per i rimborsi auto degli associati

/ Alessandro COTTO

Giovedì, 25 marzo 2010

Parlando di studi associati, la gestione delle autovetture presenta alcuni profili problematici che bisogna aver ben presenti quando si decidono le regole di acquizione ed utilizzo di tali veicoli.

Una prima scelta può essere quella dell’acquisto diretto da parte dello studio. Sebbene le regole amministrative in materia di immatricolazione impongano che l’autovettura sia intestata al PRA a nome degli associati, non vi sono dubbi in ordine all’applicabilità al caso di specie dell’art. 164 del TUIR. In base a tale norma, la deducibilità limitata dei costi è ammessa soltanto per un veicolo per ogni socio o associato.
Quindi è ammessa nei limite del 40% , senza tenere conto della parte del costo di acquisizione che eccede i 18.075,99 euro nel ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU