X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

PROFESSIONI

Per le professioni non regolamentate, attestazioni e certificazioni di qualità

Le associazioni potranno rilasciare attestazioni agli iscritti e promuovere organismi di certificazione della conformità a norme tecniche UNI

/ Stefano BARUZZI

Martedì, 29 gennaio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra gli aspetti maggiormente qualificanti della nuova L. n. 4/2013 (G.U. n. 22 del 26 gennaio 2013) sulle professioni non regolamentate (ma, a questo punto, appare più corretto definirle “non ordinistiche, né collegiali”), vi è l’evidente impulso verso la qualificazione e la certificabilità delle prestazioni professionali degli iscritti agli organismi associativi, con il fine di promuovere, seppur non obbligandola, l’adesione agli organismi in questione, di far loro esercitare una verifica sugli iscritti a tutela del mercato, di stimolare la crescita qualitativa delle professionalità in capo ai singoli. Gli artt. da 6 a 9 della legge si occupano specificamente di tale tema.

Il provvedimento promuove sia l’autoregolamentazione volontaria che la qualificazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU