Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 27 settembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Gestione del registro dei beni ammortizzabili tra regole IRES e IRAP

/ Elena SPAGNOL

Martedì, 22 gennaio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno di riferimento deve essere compilato il registro dei beni ammortizzabili (art. 16 comma 1 del DPR 600/73).
Pertanto, per una società di capitali con esercizio coincidente con l’anno solare, le registrazioni devono essere effettuate entro il 30 settembre dell’anno successivo (per l’esercizio 2011, il registro dei beni ammortizzabili doveva essere compilato entro il 1° ottobre 2012).

Gli elementi da riportare nel registro e le modalità di iscrizione variano a seconda della tipologia dei beni. Per quanto riguarda i beni immobili e i beni mobili registrati, per ogni singolo bene è necessario riportare:
- l’anno di acquisizione;
- il costo originario;
- le rivalutazioni e le svalutazioni ;
- il fondo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU