X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

FISCO

Prime indicazioni di Equitalia su annullamento di cartelle e accertamenti

La direttiva 2/2013 illustra la procedura introdotta dalla legge di stabilità 2013 e mette a disposizione un modello di autodichiarazione

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 30 gennaio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Equitalia, con la direttiva n. 2/2013 dell’11 gennaio 2013, si sofferma sul procedimento di annullamento automatico delle cartelle di pagamento e degli accertamenti “esecutivi”/avvisi di addebito INPS introdotto dalla legge di stabilità 2013, art. 1 commi da 537 a 543.

Per ciò che concerne la procedura, il comma 537 sancisce che gli agenti della riscossione sono tenuti a sospendere immediatamente ogni attività esecutiva e cautelare (fermi, ipoteche) sulla base di una dichiarazione presentata dal debitore ove viene dimostrato su base documentale che il credito è stato interessato da:
- sgravi e annullamenti provenienti dall’ente impositore;
- sospensioni amministrative nonché annullamenti/sospensioni giudiziali in processi ove l’agente della riscossione non ha ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU