Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Scadenze TARES decise dai Comuni

In contrasto con le precisazioni fornite dal Ministero dell’Economia e delle finanze, l’IFEL sostiene la piena potestà regolamentare degli enti locali

/ Arianna ZENI

Martedì, 8 ottobre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

La competenza a stabilire la scadenza delle rate di versamento della TARES, in alternativa a quelle fissate dalla legge, spetta al Comune che potrà determinarle a propria discrezione, a prescindere dalla prassi che caratterizza altri pagamenti tributari.
Questa, in sostanza, la conclusione cui giunge l’IFEL in una nota dello scorso 30 settembre, in cui vengono criticate, in quanto ritenute non condivisibili, le precisazioni fornite dal Ministero dell’Economia e delle finanze nella risoluzione n. 9/DF/2013.

Le osservazioni dell’Istituto per la Finanza e l’economia locale (Fondazione istituita dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – ANCI) riguardano sostanzialmente due questioni:
- le scadenze ed il numero delle rate di versamento della TARES per l’anno ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU