X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Acquisto dell’immobile con accollo del mutuo irrilevante per il «redditometro»

La Cassazione afferma che occorre l’effettivo esborso monetario quale manifestazione di capacità contributiva

/ Alfio CISSELLO

Giovedì, 11 settembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ieri è stata depositata la sentenza 19030 della Corte di Cassazione, ove è stato enunciato un principio assai importante in tema di determinazione sintetica del reddito: la spesa per incremento patrimoniale non rileva ai fini del “redditometro” se l’acquirente, in luogo della consueta corresponsione del denaro, ha “pagato” tramite accollo dei debiti del venditore.
Sebbene ciò non sia stato affermato espressamente, questo deve valere sia nel “nuovo” che nel “vecchio” accertamento sintetico.

Il caso riguardava un contribuente che aveva acquistato un’attività commerciale accollandosi i debiti del venditore, ma il principio espresso non può che valere nell’analogo caso in cui l’acquirente compri l’immobile accollandosi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU