X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 27 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Controlli societari da ripensare puntando sulla rimodulazione

Malgrado le ultime modifiche «demolitorie» all’art. 2477 c.c., c’è spazio per la ricostruzione

/ Luciano DE ANGELIS

Giovedì, 11 settembre 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ennesima modifica all’art. 2477 c.c. si è conclusa (si spera) l’opera “demolitoria” dei controlli nelle società a responsabilità limitata.

Ad onor del vero, fra tutte le modifiche a cui, dal 2011, è stato sottoposto l’articolo in commento, finalizzate unicamente ad eliminare il Collegio sindacale in tali tipologie societarie, quella introdotta col DL 91/2014, e integrata con la conversione in legge, appare forse la più tollerabile, stante, da un lato, il basso rapporto fra capitale sociale e pericolosità dell’impresa nei confronti degli stakeholder e, dall’altro, l’assoluta inesistenza a livello comunitario di un parametro che leghi la nomina del revisore alle dimensioni del capitale sociale (capitale che, peraltro, stante le recenti

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU