X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Con omessa convocazione di un socio, «nulla» la delibera dell’assemblea di srl

Il Tribunale di Roma ritiene tale causa di invalidità rilevabile anche d’ufficio e non suscettibile di essere devoluta alla cognizione di arbitri

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 27 marzo 2015

x
STAMPA

download PDF download PDF

Una recente sentenza del Tribunale di Roma (la n. 23510/2014), nell’esaminare il ricorso del socio di una srl avverso una deliberazione assembleare adottata in mancanza della propria convocazione, fornisce una interessante serie di chiarimenti che è opportuno ricapitolare.

Ai sensi dell’art. 2377 comma 8 c.c., “l’annullamento della deliberazione non può aver luogo se la deliberazione impugnata è sostituita con altra presa in conformità della legge e dello statuto. In tal caso il giudice provvede sulle spese di lite, ponendole di norma a carico della società, e sul risarcimento dell’eventuale danno”. La disposizione è applicabile, nei limiti della compatibilità, da un lato, anche alle deliberazioni nulle (art. 2379 comma 4 c.c.), dall’altro, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU