X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 26 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Zanetti: «La nuova disciplina sui termini di accertamento parte dal 2016»

Il Sottosegretario precisa che per i periodi d’imposta fino al 2015 restano in vigore il raddoppio per violazioni penali e gli attuali termini ordinari

/ Michela DAMASCO

Venerdì, 18 dicembre 2015

Uno degli emendamenti al Ddl. di stabilità approvati dalla Commissione Bilancio e inseriti nel testo giunto ieri all’esame della Camera incide sui termini di decadenza dal potere di accertamento. Come già evidenziato su Eutekne.info, infatti, la proposta di modifica presentata da Scelta Civica elimina il raddoppio dei termini per violazioni penali, ampliando i termini ordinari (si veda “Salta il raddoppio dei termini per violazioni penali” del 16 dicembre).
Secondo Vincenzo Visco, ex Ministro delle Finanze, che nel 2006 ha introdotto il raddoppio, si tratta di una modifica che “se portata a compimento, avrebbe ripercussioni pesanti. Tanto più – ha commentato ieri – che varrebbe anche per i procedimenti e per le dichiarazioni in corso”. Alle sue dichiarazioni non ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU