X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’iscrizione al CONI non basta per le agevolazioni delle ASD

Le associazioni sportive devono dimostrare di porre in essere attività senza fine di lucro

/ Alessandro BORGOGLIO

Lunedì, 11 dicembre 2017

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’applicabilità del regime di detassazione previsto a favore delle associazioni sportive dilettantistiche (ASD) dipende non dall’elemento formale della veste giuridica assunta, ma dall’effettivo svolgimento di attività senza fine di lucro, il cui onere probatorio incombe sull’associazione e non può ritenersi soddisfatto dal dato del tutto estrinseco e neutrale dell’affiliazione alle federazioni sportive ed al CONI.
È quanto ribadito dalla Corte di Cassazione, con la recente ordinanza n. 28175/2017.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 148 comma 1 del TUIR, non è considerata commerciale l’attività svolta nei confronti degli associati o partecipanti, in conformità alle finalità istituzionali, da associazioni, consorzi e altri enti non commerciali di tipo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU