X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 22 ottobre 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Il cliente deve recuperare la fattura in formato XML

Non può limitarsi a contabilizzare e conservare la copia cartacea o informatica consegnata dal fornitore

/ Giorgio CONFENTE e Nadia GENTINA

Giovedì, 10 maggio 2018

La pubblicazione del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018 consente di avere un quadro preciso delle modalità di trasmissione e recapito delle fatture elettroniche da inviare tramite il Sistema di Interscambio (SdI).

La fattura elettronica è recapitata ai clienti soggetti IVA (transazioni B2B) attraverso una delle seguenti tre modalità: sistema di posta elettronica certificata (PEC), modello web service e sistema basato su protocollo FTP. La seconda e la terza soluzione necessitano di un preventivo processo di “accreditamento” e nell’ordinarietà dei casi richiedono il supporto di una società di software che, agendo in qualità di intermediario, stipula un accordo con il SdI.
Peraltro, anche la ricezione delle fatture tramite PEC non può essere gestita ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU