X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 febbraio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

L’autocertificazione non serve per le agevolazioni sui canoni concordati

L’Agenzia delle Entrate ha fornito il chiarimento in una risposta a interpello

/ Stefano SPINA

Mercoledì, 30 maggio 2018

Attraverso le risposte dell’Agenzia delle Entrate si stanno pian piano chiarendo gli adempimenti relativi ai contratti di locazione a canone concordato redatti ai sensi dei nuovi accordi territoriali ex DM 16 gennaio 2017.

Il nuovo tassello è rappresentato da una recente risposta della Direzione regionale del Piemonte (la n. 901-88/2018) in riferimento alla possibilità, prevista da alcuni Comuni tra cui Torino, di “autocertificare” la congruità dei parametri utilizzati per la fissazione del canone.

Occorre premettere che i contratti a canone concordato, introdotti dalla L. 9 dicembre 98 n. 431, vengono redatti sulla base degli accordi territoriali sottoscritti a livello comunale i quali, a loro volta, si basano sulle convenzioni nazionali di volta in volta emanate.
Alla prima ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU