X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Omissione IVA esclusa dall’ammissione al concordato preventivo

La Cassazione sottolinea come non sia necessario attendere l’omologazione

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 5 settembre 2018

La previsione, nell’ambito della proposta di concordato preventivo, di rateizzare il debito IVA entra nella dinamica della procedura ed è idonea ad escludere l’integrazione della fattispecie di omesso versamento IVA ex art. 10-ter del DLgs. 74/2000 anche prima dell’intervento dell’omologazione. Sono queste le importanti indicazioni che appaiono desumibili dalla sentenza n. 39696 della Cassazione, depositata ieri.

Nel caso di specie il reato in questione veniva contestato al rappresentante legale di una società nonostante l’ammissione ad un concordato preventivo che prevedeva il pagamento integrale dei crediti assistiti da privilegio, compreso quello connesso all’IVA dovuta, per la quale era disposta una rateizzazione. Ciò in quanto l’inesigibilità del

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU