X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Il giudice accerta incidentalmente il reato per il recupero del costo

Regime di indeducibilità dei costi non automatico in caso di prescrizione del reato

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Venerdì, 5 aprile 2019

Nel caso di intervenuta prescrizione, non è “automaticamente” applicabile il regime di indeducibilità dei costi da reato, di cui al comma 4-bis dell’art. 14 della L. 24 dicembre 1993 n. 537 come modificato dall’art. 8 comma 1 del DL 2 marzo 2012 n. 16, dovendo il giudice tributario verificare incidenter tantum se l’ipotesi delittuosa sia o meno sussistente.
Questo l’importante chiarimento proveniente dalla Cassazione con la sentenza n. 9419 depositata nella giornata di ieri.

Il comma 4-bis dell’art. 14, nel testo risultante a seguito della novella del 2012, esclude la deduzione dei costi da reato, tra l’altro, qualora sia intervenuta “sentenza di non luogo a procedere ai sensi dell’articolo 425 dello stesso codice fondata sulla sussistenza

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU