X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 settembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Trattamento dei dati giudiziari dei dipendenti con tutela specifica

Il trattamento può avvenire, se svolto da un privato, solo se previsto da una norma di legge o di regolamento o da un decreto del Ministro della Giustizia

/ Sergio PASSERINI

Martedì, 2 luglio 2019

Le recenti novità normative in materia di protezione dei dati personali hanno riportato all’attenzione il tema delle verifiche attitudinali e reputazionali sui lavoratori, ormai comunemente chiamate, utilizzando una terminologia da tempo diffusa nei Paesi anglosassoni, background checks.
A questa definizione vengono ricondotte tipologie di verifiche in realtà molto eterogenee tra loro: può trattarsi dei più tradizionali controlli sulle informazioni spontaneamente riferite da un candidato o da un lavoratore nel suo curriculum vitae, così come dei controlli sui precedenti penali o su determinati comportamenti sociali della persona oppure, infine, su condotte extralavorative del dipendente che possano acquisire rilievo ai fini della prosecuzione del rapporto di lavoro.

I dati personali del ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU