X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 7 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Motivazione dell’avviso integrabile su ordine del giudice

La Regionale di Campobasso ritiene inoltre che la modifica/integrazione sia effettuata in contraddittorio con la parte

/ Giorgio INFRANCA e Pietro SEMERARO

Sabato, 9 novembre 2019

Sarebbe possibile, per il giudice tributario, ordinare all’ufficio la modifica/integrazione della motivazione dell’avviso di accertamento, da effettuarsi, per giunta, in contraddittorio con la Parte.
Sono queste le singolari conclusioni che si ricavano dalla lettura della sentenza della C.T. Reg. Molise n. 505/1/2019, depositata il 10 settembre 2019.

Il caso oggetto di giudizio riguardava l’impugnativa di un avviso accertamento di tipo analitico induttivo con il quale l’Agenzia delle Entrate accertava, nei confronti di una ditta individuale, maggiori ricavi derivanti dalle vendite di materiale legnoso, sulla base di una diversa determinazione della quantità di legna ritraibile dalle particelle boschive.
Il contribuente impugnava l’avviso di accertamento e, tra i motivi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU